ARCHIVIO

Droga, rissa e sangue in via Canneto: arrestato il marocchino

GENOVA. 10 OTT. Cocci di bottiglia, coltelli e sangue in pieno giorno nei caruggi. I Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Genova Centro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 29enne marocchino, già indagato per il tentato omicidio avvenuto in Via Canneto il Curto nel primo pomeriggio del 29 giugno scorso.

Le indagini condotte subito dopo l’aggressione avevano portato, nel breve lasso di tempo di alcuni giorni, all’identificazione dei soggetti coinvolti. Il pusher maghrebino aveva accoltellato il cliente tunisino di 32 anni, che lo aveva preso a bottigliate per questioni legate al prezzo della droga. Nel violento alterco era rimasto coinvolto anche un passante italo-inglese, che aveva tentato di dividere i due litiganti.

L'episodio era avvenuto in pieno giorno, fra gli altri passanti terrorizzati. Al temine del violento alterco, la strada era rimasta sporca di sangue ovunque e alcuni dei negozianti erano stati costretti a pulire la pavimentazione.