ARCHIVIO

Dottoressa certificava le morti ma era assente, sospesa

[caption id="attachment_153781" align="alignleft" width="300"] Il tribunale di Imperia sospende responsabile di medicina legale, certificava morti dei pazienti, ma non c'era[/caption]

IMPERIA. 22 DIC. L’ ex responsabile del dipartimento di Medicina legale della Asl1 imperiese, Simona Del Vecchio, è stata sospesa dal servizio in base ad un provvedimento del gip del tribunale d’Imperia che gli è stato notificato tramite la Guardia di Finanza.

La Del Vecchio è indagata, con altri medici e operatori sanitari, per i reati di peculato, indebito utilizzo dell'auto di servizio; truffa ai danni dello Stato, false certificazioni di svolgimento di attività di servizio e falso ideologico, per aver certificato la morte di alcune persone trovandosi in altro luogo.

Dal sequestro di documentazione è emerso che nel solo periodo marzo-giugno 2015, su 57 certificati di morte, 49 erano stati redatti dalla dottoressa senza averne visto le salme.

Fra la documentazione rinvenuta e presentata dall'accusa, sono stati rinvenuti anche 29 certificati medici firmati in bianco tra cui certificati necroscopici e attestazioni di assenza per malattia.