ARCHIVIO

Doria sgombera all'acqua di rose, rom "rubano" pezzi di Genova

[caption id="attachment_202644" align="alignleft" width="728"] Sgombero campo abusivo rom all'acqua di rose in lungomare Canepa a Sampierdarena[/caption]

GENOVA. 26 MAG. Sono stati sgomberati da una parte di lungomare Canepa e si sono piazzati lì intorno di nuovo, come se nulla fosse. Nel giro di poche ore e sotto gli occhi di tutti. Addirittura, hanno "rubacchiato" una parte dell'area demaniale di Genova, dichiarandola di fatto e di prepotenza di loro proprietà. Altro che antagonisti che abbaiano. Questi fanno sul serio, indisturbati e garantiti da taluni componenti delle preposte Autorità.

La denuncia è arrivata oggi da un gruppo di residenti e commercianti di Sampierdarena, che si sono lamentati per insicurezza e degrado, ma anche perché lo sgombero dell'altro giorno dei nomadi rom abusivi all'ex autolavaggio, organizzato dal Comune, non è stato efficace.

Secondo residenti e commercianti, alcuni rom hanno messo una catena e un lucchetto nello spazio in Lungomare Canepa, incuranti delle regole e lasciati fare dalla giunta Doria: "Situazione insostenibile ed ingiusta per i sampierdarenesi".