ARCHIVIO

Doria ha 7 vite: approvato primo passo del bilancio, 20 sì e 16 no

[caption id="attachment_197335" align="alignleft" width="370"] Il sindaco Marco Doria con l'assessore alle Finanze Francesco Miceli[/caption]

GENOVA. 12 MAG. Il sindaco Marco Doria ha sette vite come i gatti. Resta appeso a un filo, ma si salva ancora una volta e si riprende dalla batosta dell'altra settimana.

Oggi il consiglio comunale ha approvato, con venti voti a favore, 16 no e 1 astenuto, il Piano triennale dei lavori pubblici da 85 milioni e 500mila euro, primo passaggio del percorso di approvazione del bilancio 2016.

All'apertura della seduta in Sala Rossa, tuttavia, erano presenti solo 24 consiglieri: se alcuni consiglieri di opposizione non fossero entrati in aula, sarebbe mancato il numero legale che è di 21 consiglieri.

Le prossime assemblee straordinarie per votare le delibere di bilancio sono previste martedì 17 e mercoledì 18.

"Malgrado la forte riduzione dei trasferimenti statali e a fronte di un costante impegno dell’amministrazione per la riduzione dell’indebitamento pregresso - ha spiegato in una nota Palazzo Tursi - il consiglio comunale ha potuto varare un nutrito programma di investimenti presentato dalla giunta. Inoltre, la giunta ha accolto e il consiglio comunale ha approvato alcune proposte integrative e migliorative scaturite dal dibattito in aula".