ARCHIVIO

Donne carabiniere si fingono massaie e scoprono lavanderia abusiva

[caption id="attachment_200304" align="alignleft" width="728"] Carabinieri donna si fingono massaie e scoprono lavanderia abusiva[/caption]

LA SPEZIA. 3 MAG. Nello spezzino alcune donne carabiniere si sono finte massaie per scoprire che dentro ad una lavanderia a gettone veniva praticato del lavoro extra.

Tra i servizi offerti anche la stiratura, la raccolta e la riconsegna dei capi, come in un tradizionale esercizio, il tutto però senza averne titolo.

I militari erano stati avvisati da un cittadino così alcuni carabinieri donna hanno svolto un'indagine portando i capi e fingendosi clienti della lavanderia a gettone.

L'operazione denominata “Centrifuga”, ha accertato la violazione amministrativa del responsabile della lavanderia, che forniva servizi di “lavo e stiro” senza averne licenza.

L'ufficio attività produttive del Comune lo ha multato per 500 euro.