ARCHIVIO

Donna incinta di 7 mesi aggredita da nordafricano: ronde nei caruggi

GENOVA. 5 FEB. Donna incinta di sette mesi aggredita da nordafricano, senza pietà e rispetto. Indifesi ed esasperati dai continui episodi di violenza e criminalità. Ora il popolo del web e tanti residenti, che ormai non ne possono più,  invocano le ronde nel centro storico genovese, mentre il Comune fa ancora spallucce. Se per Milano (giunta centrosinistra) e per Torino (giunta pentastellata) i sindaci Sala e Appendino hanno chiesto e ottenuto altri militari per l'operazione "Strade Sicure", per Genova il sindaco Doria non lo ha fatto e la città è sempre meno sicura.

"La gente è esasperata. Più che ronde - spiega Claudio Garau, portavoce di uno dei Comitati di Sarzano, dove è avvenuto il grave episodio di violenza - si potrebbe organizzare una rete per la sicurezza o delle passeggiate, sulla falsariga di ciò che è già stato sperimentato con successo in altri comuni italiani colpiti dalla delinquenza diffusa. In tal senso, ho già ricevuto alcune richieste di cittadini sconcertati per il degrado in cui è sprofondata la zona tra Sarzano e Carignano. In ogni caso, è un argomento delicato. Noi abbiamo intenzione di continuare ad agire in stretta collaborazione con le forze dell'ordine, che si sono sempre dimostrate disponibili a fare tutto quello che possono. Purtroppo, i fatti hanno dimostrato che anche loro hanno le mani legate. Invece, il sindaco Marco Doria e l'assessora alla Legalità Elena Fiorini non ascoltano i residenti e non ci hanno voluto neanche incontrare. Altro che democrazia partecipata. Della nostra sicurezza a Tursi non importa".

In altre parole: quando li acchiappano, poi vengono rimessi in libertà e quasi mai rimpatriati. Pronti a delinquere di nuovo per le nostre strade, con il Comune che non fa. Intanto, è ancora caccia al maghrebino che stanotte ha aggredito la donna incinta di sette mesi.

http://www.ligurianotizie.it/genova-violenta-nordafricano-aggredisce-donna-incinta-di-7-mesi/2017/02/05/235089/