Home Cronaca Cronaca Genova

Domenica 14 intitolazione piazzetta Chiesa San Nicola a Padre Modesto Paris

0
CONDIVIDI
Padre Modesto Paris

 

Il Municipio I Centro Est patrocina un’iniziativa volta a scolpire il nome di Padre Modesto Paris, già inciso nel cuore di tantissime persone, in un angolo della città di Genova, quella Genova che lo ha accolto dodicenne e che ha assistito alla sua formazione sacerdotale.

Domenica prossima 14 ottobre alle ore 11:15 sarà celebrata la Santa Messa, presieduta da Padre Randy e dai confratelli di Padre Modesto, presso la Chiesa San Nicola di Corso Firenze. Seguirà alle ore 12:30 l’inaugurazione della Piazzetta antistante la Chiesa alla presenza delle autorità ecclesiastiche e del Municipio. Saranno presenti il Presidente Carratù, l’Assessore Grasso e il Consigliere Lo Giacco cofondatore del Movimento Rangers.

Sulla piazzetta sarà dipinto in modo indelebile quell’aquilone che è diventato il simbolo della tenacia e della sofferenza dell’ultimo anno di vita di Padre Modesto: quell’aquilone che è riuscito a volare alto nel cielo solo grazie al vento contrario. Padre Modesto rappresenta per Genova, per le associazioni che ha fondato in giro per l’Italia e per il mondo, per le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, l’esempio di un lottatore indomito che ha sempre cercato di far valere le sue idee improntate ad una Chiesa viva, aperta e vicina a chi è più lontano, ad una Chiesa, come spesso amava ripetere, “che deve uscire dalle sacrestie e scendere in piazza in mezzo alla gente”.

Questa iniziativa non è solo di Genova ma di tutti gli amici di Padre Modesto, dal Trentino a Spoleto, che ancora una volta hanno l’occasione per dimostrargli la loro vicinanza pur nella consapevolezza che lui si trova nella “stanza accanto” e per dirgli grazie per tutto quello che ha saputo insegnare e testimoniare con le parole e con i fatti.

Nato nel 1958 a Cles in provincia di Trento e spentosi a soli 59 anni nella notte tra martedì 30 e mercoledì 31 maggio 2017 all’ospedale Villa Scassi, dove era ricoverato da qualche settimana, padre Modesto Paris era stato colpito nel 2015 dalla imperdonabile Sla ed era diventato un simbolo della lotta contro la malattia, una battaglia portata avanti nonostante un rapido peggioramento che l’aveva costretto su una sedia a rotelle rubandogli anche la voce.

Frate dell’Ordine degli Agostiniani Scalzi, nel 1984 fondò il Movimento Rangers, l’associazione di giovani volontari impegnati nel sociale da cui, e “Millemani per gli altri”, altra associazione di volontariato che con i Rangers ha ideato il mercatino di San Nicola.

Padre Modesto non si è però mai perso d’animo, continuando a svolgere le sue attività, a celebrare Messa e a incoraggiare i giovani dell’associazione da lui fondata a seguire i valori più importanti: nell’ultimo messaggio postato sul blog del Movimento Rangers, pubblicato il 14 maggio, aveva lanciato un messaggio potente, ringraziando “il Signore che mi ha regalato questa SLA…vina. Ora posso vedere e sognare sogni che mai avrei pensato potessero esistere, scalare vette che non avrei mai osato immaginare, vedere miracoli fatti da giovani e adulti senza che loro se ne accorgano”.

“Care famiglie parlate ai vostri figli anche di quanto sarebbe bello diventare sacerdote, anche se il vostro  fosse figlio unico – proseguiva la lunga nota – penso alla felicità di mio papà, alle lacrime di gioia di mia mamma mentre, alle 7 di mattina, mi portava la valigia per prendere la corriera che da Cles si sarebbe fermata a Genova. Fatemi il regalo di ricominciare ogni domenica la messa in sede Grm alle 12, non richiudetemi in camera, non diventate infermieri, ne ho già tanti, ma invitatemi ad uscire anche  se piove e fa freddo o troppo caldo. Ne ho bisogno per continuare  col sorriso che si alimenta del vostro sorriso, della voglia di vivere e non della paura di peggiorare. La mia slavina mi ha detto che oltre non si può andare: mi toglierà  anche l’ok col pollice, ma non il cuore che batte e gli occhi che dovranno parlare”.

Tantissimi i messaggi di cordoglio e gli attestati di stima per il lavoro e la vita di padre Modesto, i cui funerali furono celebrati giovedì 1 giugno 2017 nel Santuario della Madonnetta, sulle alture di Castelletto, il quartiere in cui ormai da 8 anni viene organizzato “Questa è la mia casa”, evento benefico che si ispira proprio agli insegnamenti di padre Modesto.

I cittadini sono quindi attesi domenica 14 ottobre alle ore 11.15 nella Parrocchia S. Nicola per la Santa Messa, alle 12:30 per l’inaugurazione della piazzetta e per concludere un rinfresco insieme al Santuario della Madonnetta.

Marcello Di Meglio