Home Cronaca Cronaca Genova

Domani ricordiamo Guido Rossa, ucciso dalle bestie assassine BR

0
CONDIVIDI

GENOVA. 23 GEN. Domani, in occasione del trentottesimo anniversario della sua scomparsa per mano delle Brigate Rosse, i sindacati Cgil, Cisl, Uil, ricorderanno la figura di Guido Rossa, l’operaio dell’Italsider ucciso senza pietà il 24 gennaio del 1979 dal commando genovese guidato dalla bestia assassina Riccardo Dura. Ai funerali parteciparono 250mila persone e il presidente Sandro Pertini. L’omicidio segnò una svolta nella lotta al terrorismo rosso perché la sinistra, dopo l’attentato al sindacalista della Fiom, si schierò in  modo molto più netto ed inequivocabile contro “i compagni che sbagliano”.

La commemorazione, organizzata dalle organizzazioni sindacali, avrà luogo alle ore 12,30 in largo XII ottobre presso il monumento dedicato all’operaio siderurgico che sfidò il terrorismo di matrice BR durante gli Anni di piombo. Nell’occasione, verrà deposta una corona di fiori ai piedi della statua a lui dedicata.

Alla cerimonia saranno presenti Ivano Bosco, segretario generale Camera del Lavoro Genova, Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Genova e Lella Trotta, segretaria confederale Uil Genova e Liguria.


Il sindaco di Genova Marco Doria sarà presente alla cerimonia presso i locali dell’Officina centrale ILVA alle ore 8.30 e in via Fracchia alle ore 10.30.

Il vicesindaco Stefano Bernini sarà presente alla cerimonia in Largo XII ottobre alle ore 12.30.

 

Rispondi