ARCHIVIO

Direttamente dal Belgio al Cargo “L’orchestra di carta”

GENOVA. 18 GEN. Venerdì 20 gennaio, alle ore 21, al Teatro Cargo di Voltri, va in scena uno spettacolo vitale e sorprendente, “L’orchestra di carta” di e con Max Vandervost.

Questo artista arriva dal Belgio ed è uno scatenato liutaio. Da anni distilla le virtù della musica da oggetti abbandonati, bottiglie di plastica, lattine vuote, brandendo infine le forbici in un selvaggio assalto a carta e cartone. Strumenti a fiato a corde e percussioni sono tutti ben rappresentati in un'orchestra immaginifica. Piano piano, tra fruscii, strappi, magiche manipolazioni, i nostri occhi e le nostre orecchie scopriranno un flauto, il libro arpa, la chitarra costruita con il fustino del Dash, un improbabile sassofono e infine un'esplosione concertistica assolutamente sorprendente.

Max Vandervorst compositore e inventore di strumenti, non rientra in alcuna categoria di spettacolo perché lui stesso è spettacolo. Dal 1988 ha prodotto un grande numero di performance e strumenti creati a partire da oggetti riciclati. “Symphony for Abandoned Objects” “Concerto for Two Bicycles”, “The Man from Spa”, “The paper orchestra”, sono stati rappresentati per anni in giro per il mondo. È anche un prolifico compositore per il teatro, autore e scenografo. Ha insegnato all'Università francese e tenuto molti stage in tutta Europa.

FRANCESCA CAMPONERO

Costi biglietto: 16 euro (intero) e 14 euro (ridotto)

Prenotazione ai numeri 010 694240 o 010 694029 e su promozione@teatrocargo.it.