ARCHIVIO

Difende donne vittime violenza islamica, insulti sessisti sinistri per la leghista

“Mi sono sempre occupata di difendere le donne vittime di violenza e schierata contro quegli uomini che le stuprano e le picchiano. Allo stesso modo, però, ho sempre difeso gli uomini vittime di false accuse e anche i Papà separati, che spesso subiscono ingiustizie. Su questi temi, che riguardano la legalità e il rispetto dell’individuo, non può esserci differenza tra uomo e donna”.

Lo ha dichiarato nei giorni scorsi la consigliera regionale del Carroccio, Stefania Pucciarelli, replicando alle polemiche sulla sua presa di posizione contro i violenti islamici, dopo i casi registrati di recente sul territorio della Spezia ai danni di donne musulmane. Il caso è continuato a rimbalzare su alcuni quotidiani nazionali e sui social network, dove la leghista ha ricevuto anche insulti sessisti da parte di alcuni simpatizzanti di sinistra.

“Stupisce, in particolare, la reazione scomposta della responsabile ‘Organizzazione dei Giovani Comunisti/e La Spezia’ – ha aggiunto Pucciarelli – che anziché schierarsi senza se e senza ma contro la loro cultura retrograda, patriarcale e maschilista che legittima la sottomissione della donna, distoglie l’attenzione sugli islamici per colpevolizzare unicamente gli italiani.

Siccome questa giovane comunista ha fatto confusione anche sul delicato tema dell’interruzione volontaria di gravidanza, vorrei ricordarle che, in merito alle Legge 194, la Lega ha sempre lasciato libertà di coscienza e nel modo più assoluto non si è mai permessa di giudicare la decisione di una donna che legittimamente ricorre a tale strumento di Legge.

Inoltre, mi preme sottolineare che un utente Facebook spezzino, in un commento poi cancellato, ha dichiarato di godere se io fossi vittima di violenza da parte ‘dei nostri mostri italianissimi’.

A differenza di Laura Boldrini, non ho ritenuto di presentare querela nei confronti del giovane ‘hater’ perché tale dichiarazione la può fare solo uno sciocco che per di più manca di rispetto alle donne. Vedremo se la responsabile dei Giovani Comunisti condannerà queste affermazioni sessiste e pericolose contro di me, contenute nel commento di Facebook”.

"Solidarietà a Stefania Pucciarelli - ha aggiunto l'assessore regionale e segretario della Lega Liguria Edoardo Rixi - si può essere d'accordo o meno con un'idea, ma queste sono parole vergognose.

E poi dicono che la Lega semina odio? Mi chiedo come si possa scendere così in basso, specie quando sul tavolo c'è un argomento importante e delicato come la difesa delle donne, che dovrebbe mettere tutti d'accordo.

E invece qua siamo proprio allo schifo. Avanti tutta Stefania, siamo con te".