ARCHIVIO

Da martedì alla Corte “Macbeth” di Luca De Fusco

GENOVA. 16 GEN. Come ideale prosecuzione del lavoro già avviato con “Antonio e Cleopatra” e “Orestea”, Luca De Fusco porta al Teatro della Corte  da martedì 17 gennaio “Macbeth” di Shakespeare.

Lo spettacolo, coprodotto dal Teatro Stabile di Napoli, dallo Stabile di Catania e da Napoli Teatro Festival, ha come protagonisti Luca Lazzareschi, Gaia Aprea, Giacinto Palmarini, Claudio Di Palma, Fabio Cocifoglia, Paolo Serra e con Sara Lupoli, Chiara Barassi, Sibilia Celesia, Paolo Cresta, Enzo Turrin, Francesca De Nicolais, Federica Sandrini, Alfonso Postiglione, Alessandra Pacifico Griffini, Luca Iervolino, Gianluca Musiu, e la voce fuori campo di Angela Pagano e si avvale anche di due artisti israeliani , la coreografa Noa Wertheim, direttrice della Vertigo Dance Company e il compositore Ran Bagno, autore delle musiche originali.

“Il teatro si mescola con le installazioni video in modo ancora più complesso e variegato rispetto ai lavori precedenti. – dice il regista- Ho cercato di lavorare ad uno stile meno monumentale e più visionario rispetto ai lavori precedenti assecondando la natura fantastica del testo che vede i suoi momenti fondamentali (apparizione delle streghe, visione del pugnale, fantasma di Banquo) tutti fortemente contrassegnati dal tema del sogno, del delirio, dell’irreale”.

Le scene sono di Marta Crisolini Malatesta, i costumi di Zaira de Vincentiis, le luci di Gigi Saccomandi. La versione italiana è di Gianni Garrera.

Lo spettacolo rimarrà al Teatro della Corte fino a domenica 22 gennaio.

FRANCESCA CAMPONERO