ARCHIVIO

Crack Schiffini, un’ offerta da 4 mln e 200mila euro

[caption id="attachment_203680" align="alignleft" width="728"] Schififni Cucine[/caption]

LA SPEZIA. 29 MAG. Lunedì 30 maggio, scade il termine ultimo per la presentazione delle offerte per rilevare la nota azienda di cucine Schiffini di Ceparana, che fu leader mondiale nella fabbricazione di cucine fino a quando non incorse nel fallimento.

Al giudice fallimentare del tribunale della Spezia è arrivata, però, una sola offerta per rilevare dalla procedura fallimentare attraverso la formula del concordato il marchio e il complesso aziendale.

E' quella della milanese San Giorgio, una srl di cui è amministratore unico Renato Goretta, imprenditore spezzino che ha offerto 4 mln e 200mila euro per il marchio, complesso produttivo e partecipazioni societarie, compresa Schiffini Usa, la sede newyorkese del gruppo.

La San Giorgio che è supportata da un fondo con sede a Londra, ha dato garanzie per la continuità a 60 lavoratori ancora dipendenti Schiffini e sul sito di Ceparana.