Home Politica Politica Imperia

Corteo NO Borders in Italia anziché Francia. Toti e Viale: pieno sostegno a Prefetto se lo vieta

0
CONDIVIDI
Corteo pro migranti a Ventimiglia anziché Francia

“La manifestazione organizzata per il 14 luglio a Ventimiglia ha il sapore di una provocazione, che costituirebbe un ulteriore disagio per una città che già ha pagato sulla propria pelle un prezzo altissimo per le problematiche legate all’immigrazione. Fatto salvo il diritto di manifestare, in quell’occasione devono prevalere altri diritti, in primis il diritto alla sicurezza e alla tutela dell’ordine pubblico: ogni decisione in tal senso della Prefettura troverà il pieno sostegno di Regione Liguria”.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi è intervenuto così in merito al corteo che alcune associazioni pro migranti vorrebbero realizzare nella città di confine sabato 14 luglio, giornata di festa nazionale in Francia.

Anche tutti i sindaci dell’imperiese, di centrosinistra e di centrodestra, si sono schierati contro la provocatoria manifestazione dei NO Borders.

Effettivamente, non si capisce per quali motivi gli attivisti abbiano pensato di organizzare la manifestazione in Italia, anziché in Francia, ossia dove vengono attuati i respingimenti dei migranti illegali (anche minori).

“Certamente – ha aggiunto la vicepresidente e assessora regionale alla Sicurezza Sonia Viale – un’iniziativa di quel genere, dal chiaro profilo politico, non può essere ridotta a una mera problematica di viabilità. Quel giorno Ventimiglia sarà già impegnata nell’accoglienza di molti turisti che come ogni anno arriveranno dalla Francia e nelle problematiche legate al week end estivo”.