ARCHIVIO

Corsa per Tursi: Rossetti, Borzani, Tullo, Regazzoni e Doria dice "vedremo"

[caption id="attachment_216725" align="alignleft" width="728"] Il segretario provinciale del Pd genovese Alessandro Terrile[/caption]

GENOVA. 7 SET. Pippo Rossetti, Luca Borzani, Mario Tullo e naturalmente l'autocandidato Simone Regazzoni. Marco Doria non lo sa e, dal palco dello Spazio dibattiti alla Festa dell'Unità ha detto solo un laconico:"Vedremo".

Sono i nomi dei possibili candidati sindaci del Pd che circolavano ieri sera tra gli stand al Porto Antico, dove l'attuale primo cittadino di Genova ha tenuto banco insieme al governatore della Toscana Enrico Rossi. Un bel rompicapo per il segretario provinciale Alessandro Terrile, che sta studiando pure le mosse degli avversari politici.

Domani sera nella Sala del Cap in via Albertazzi c'è la prima assemblea plenaria dei Cinque Stelle. Per il centrodestra Edoardo Rixi e Giovanni Toti discutono da settimane, Matteo Rosso ha già indicato come candidato sindaco di FdI l'attuale vice presidente del consiglio comunale Stefano Balleari.

Il sindaco uscente, ieri sera ha anche spiegato che aspetterà di conoscere almeno l'esito del referendum costituzionale prima di sciogliere la riserva su una sua eventuale ricandidatura. Marco Doria ha poi dipinto gli avversari così: "Moderati e leghisti contro gli immigrati. Cinque Stelle contro la politica. Entrambi dei populisti".

[caption id="attachment_216750" align="alignleft" width="728"] Marco Doria, Sindaco di Genova, Claudio Caviglia, giornalista Il Secolo XIX, Enrico Rossi, Presidente Regione Toscana ieri all'incontro nella Festa dell'Unità[/caption]