ARCHIVIO

Convegno ultradestre e stop a lavori consiglio, M5S attacca Paita

GENOVA. 7 FEB. "Ancora una volta è andato in scena il vergognoso teatrino del Partito Unico, che usa qualunque mezzo o cavillo pur di non parlare dei temi che interessano davvero la cittadinanza, dalla Gronda al biodigestore di Isola del Cantone, solo per citare i casi più eclatanti".

Lo ha dichiarato oggi la consigliera regionale del M5S Alice Salvatore.

"La scusa ufficiale, sventolata da Raffaella Paita, è il convegno dell'ultradestra - ha aggiunto Salvatore - che il Partito Democratico strumentalizza per prendere tempo e impedire in ogni modo il lavoro del Consiglio e, in particolare, le interrogazioni del MoVimento 5 Stelle sui temi che imbarazzano profondamente centrodestra e centrosinistra, il Partito Unico, appunto. Il tutto nonostante, durante lo scorso Consiglio, il tema sia stato trattato ampiamente con un dibattito di due ore dove tutte le forze politiche hanno potuto esprimere le loro posizioni al riguardo (tra cui quella del M5S di condanna senza se e senza ma a qualunque propaganda di stampo nazi-fascista).

L'obiettivo del Partito Democratico, con la complicità del resto del Partito Unico (Forza Italia, Fratelli d'Italia, NCD e Lega Nord), è chiaramente un altro: bloccare i lavori d'aula per impedire l'azione politica del MoVimento 5 Stelle. Tutto pur di non rispondere in Aula di fronte ai cittadini, che da aspettano invano risposte da una vecchia politica arroccata e nel palazzo, priva ormai di qualunque contatto con la realtà che la circonda".