ARCHIVIO

Convegno Ultradestra a Genova con Sturla blindata

GENOVA. 11 FEB. Quella che si presenta oggi è una Sturla blindatissima per il convegno delle ultradestre europee in programma questo pomeriggio dalle 15.30 presso la sede di Forza Nuova, in via Orlando.

L’incontro è confermato, così come la contro-manifestazione antifascista convocata alle 12 in piazza Ragazzi del '99 (via Isonzo) da Anpi, Culmv e sindacati, Legacoop Liguria ed un’altra trentina di associazioni. Fra gli altri esponenti politici della sinistra, presente anche il sindaco Marco Doria.

Via Caprera chiusa con il traffico deviato, bus compresi. In via Orlando, piazza Ragazzi del '99 e strade limitrofe sono comparsi i cartelli mobili che annunciano divieti di sosta e rimozioni forzate dalle 8 alle 19 “per manifestazione e motivi di ordine pubblico e sicurezza”.

C’è parecchia tensione e sono state adottate misure di sicurezza elevate. Durante la riunione del comitato di ordine pubblico e sicurezza è stato previsto l'impiego di mezzi, barriere e 400 appartenenti alle forze dell'ordine (in prevalenza poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa).

Quello che preoccupa fondamentalmente è il corteo autonomo annunciato dagli antagonisti anarchici e dei centri sociali, che hanno già fatto sapere di non voler fare fronte comune con il corteo pacifico organizzato dalla sinistra.

In piazza e nelle strade di Sturla ci sono oltre mille persone, di cui 200 metalmeccanici della Fiom e un centinaio di antagonisti. Cento o al massimo 150 le persone attese al convegno delle ultradestre europee.

L'Amiu ha rimosso i cassonetti da piazza Ragazzi del 99, via Isonzo, via Orsini, via Caprera, via Orlando e zone limitrofe.

La polizia municipale ha posizionato i cartelli per liberare tutta l’area dalle auto parcheggiate. Diversi negozianti hanno abbassato le saracinesche per paura dei tafferugli e disordini. La Procura ha raddoppiato il numero di magistrati in turno, con l'auspicio che non ce ne sia bisogno.