ARCHIVIO

Congresso dopo elezioni Tursi 2017: Ermini rimane commissario Pd

GENOVA. 23 DIC. "Il Gruppo consiliare regionale del Partito Democratico ligure in questi due anni ha lavorato per costruire un forte clima di unità, dando vita a un’azione compatta dell’opposizione, superando tutte le logiche di divisione che sono state tra le cause della sconfitta alle elezioni regionali.

Il Gruppo regionale, inoltre, ha lavorato a forte contatto con il commissario David Ermini nei principali passaggi politico-amministrativi, esercitando una funzione politica su quasi tutte le principali vertenze della Liguria.

Questo scenario ci induce a ritenere che celebrare un congresso regionale, che vedrebbe per forza di cose aprire una discussione politica, alla vigilia di due elezioni amministrative di fondamentale importanza come quelle per i Comuni di Genova e La Spezia, rischierebbe di far prevalere le divisioni anziché un clima di collaborazione e costruttiva discussione politica. Per questo vogliamo verificare le condizioni per chiedere al commissario Ermini di proseguire e rafforzare il proprio lavoro per condurci alle elezioni, avendo peraltro già impostato - d’intesa con le federazioni – un percorso con i potenziali alleati e sul programma.

La nostra appartenenza politica ad aree e storie differenti può costituire il punto di forza per la gestione equilibrata e positiva di questa fase di transizione verso il congresso".

Il comunicato a favore della permanenza del commissario nominato in Liguria da Matteo Renzi, è stato firmato da tutti i consiglieri regionale del Partito Democratico: Raffaella Paita (capogruppo) Luca Garibaldi (vicecaprogruppo) Giovanni Barbagallo, Luigi De Vincenzi, Valter Ferrando, Giovanni Lunardon, Juri Michelucci, Pippo Rossetti.