ARCHIVIO

Confini colabrodo ovunque: albanese già espulso, riarrestato a Lavagna

GENOVA. 6 MAG. Altro che muro ungherese e polizia con unità cinofile a difesa dei propri confini.

A Lavagna, la pattuglia della locale Stazione, nel tardo pomeriggio di ieri, fermava per un controllo in corso Buenos Aires un cittadino albanese poi identificato in D. M. di 23 anni, senza fissa dimora e con pregiudizi di polizia.

Tratto in arresto in violazione dell’ordinanza di allontanamento dal Territorio Nazionale emesso a Gennaio 2015 dal Tribunale di Rimini, eseguita coattivamente dalla frontiera area di Roma-Fiumicino.

In attesa del rito direttissimo, l'immigrato irregolare è stato rinchiuso momentaneamente nelle camere di sicurezza della caserma dell'Arma.