ARCHIVIO

Concorsi truccati: indagato prof. genovese Marongiu, fautore SI' referendum Renzi

GENOVA. 26 SET. Concorsi truccati e favori all'università. La procura di Firenze ha chiesto ed ottenuto dal gip l'arresto di sette docenti. Tra le ipotesi di reato c'è la corruzione per spartirsi le cattedre. Altri 22 sono stati colpiti dalla misura dell'interdizione dalle funzioni di professore universitario e da quelle connesse ad ogni altro incarico accademico per la durata di 12 mesi.

Complessivamente risultano indagate 59 persone in tutta Italia. Sono state eseguite più di 150 perquisizioni presso uffici pubblici, abitazioni private e studi professionali.

Secondo fonti della procura, tra gli indagati ci sono anche l'ex ministro Augusto Fantozzi, che ha diretto vari dicasteri tra il 1995 e il 1998, ed il genovese Gianni Marongiu, uno dei maggiori esperti di diritto tributario italiani (docente di Diritto Finanziario e poi di Diritto Tributario alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova fino al 2011).

L'avvocato e prof. genovese, 80 anni, è stato sottosegretario nel primo governo Prodi, deputato dal 1996 al 2001 e tenace fautore del SI' al referendum costituzionale, perso lo scorso 4 dicembre dal segretario del Pd Matteo Renzi.

La posizione di Marongiu sarebbe marginale rispetto alle gravi accuse dell'inchiesta sullo scandalo della spartizione delle cattedre. Per l'attuale presidente dell’Associazione nazionale tributaristi italiani (ANTI), infatti, il gip si sarebbe riservato la valutazione dell'interdizione all'esito dell'interrogatorio.

Tuttavia, secondo indiscrezioni, il prof. genovese sarebbe accusato di essere intervenuto perché venisse bocciata in un concorso una candidata che aveva presentato un ricorso al Tar contro l’assegnazione di un posto a sua figlia, Paola Marongiu.

I sette professori arrestati e messi ai domiciliari sono Guglielmo Franzoni, tributarista di uno studio fiorentino e professore a Lecce; Giuseppe Zizzo (Università Carlo Cattaneo di Castellanza, Varese); Fabrizio Amatucci, professore a Napoli; Alessandro Giovannini (docente dell'Università di Siena, originario di Livorno e già ex direttore generale della Provincia dal 2007 al 2011); Giuseppe Maria Cipolla (Università di Cassino); Adriano Di Pietro (Università di Bologna); Valerio Ficari (professore a Sassari, supplente a Tor Vergata-Roma).