ARCHIVIO

Coerenza buonista: Valpolcevera vota a sinistra, ma non vuole il mercatino coi migranti

GENOVA. 12 AGO. Business immigrati e solidarietà. Quando non si tratta di prendere voti o di guadagnarci, sembrano tutti preoccupati o contrari all'integrazione dei migranti: buonisti, paladini dei diritti, radical chic e sinistrorsi inclusi. Poco importa se in tal senso vengano realizzati progetti legali e sotto controllo, come il nuovo Sbarazzo della Superba di Bucci e Garassino.

Nel Municipio Valpolcevera il Pd e la Lista Crivello hanno vinto le recenti elezioni amministrative, con il giovane candidato presidente Federico Romeo che, pur non avendo raggiunto il quorum del 40%, è stato eletto ugualmente grazie all'aiutino-inciucio di un consigliere municipale di FdI (oggi passato al Gruppo Misto).

Ora alcuni elettori buonisti, fino a poche settimane fa schierati a sinistra, hanno tempestato di telefonate il Municipio e l'amico presidente Romeo per esprimere una protesta, che fino all'altro giorno definivano razzista e di destra, contro l'insediamento del nuovo mercatino delle pulci con i migranti.

Lo Sbarazzo della Superba, infatti, entro fine agosto aprirà i battenti in via Semini a S. Quirico, ma il presidente Romeo ha già messo le mani avanti: "I cittadini sono preoccupati e non sono d'accordo sula scelta della giunta Bucci".

Inoltre, molti di loro hanno espresso vivace disappunto sul nuovo progetto del Comune, riempiendo le pagine dei social network con dichiarazioni di proteste e lamentele. Qualcuno, addirittura, inneggia a barricate o raccolta firme.

Al punto che lo stesso Romeo oggi ha riferito di avere convocato una seduta straordinaria del consiglio municipale sul "problema del mercatino" con i migranti, spiegando che "non deve essere spostato in Valpolcevera, ma dovrebbe rimanere in centro città perché i quartieri più periferici, come il nostro, non possono accollarsi le problematiche di altri".

Alla faccia della coerenza con la politica buonista del Pd e dell'ex giunta Doria-Crivello, ma soprattutto del rispetto della volontà popolare dei cittadini del Centro est che hanno fatto vincere il centrodestra e finalmente hanno così ottenuto la chiusura del Progetto Chance con la conseguente eliminazione della vergogna del mercatino "illegale" in corso Quadrio.