ARCHIVIO

Chiuso centro massaggi orientali, offriva anche sesso a pagamento

LA SPEZIA. 7 SET. Sesso a pagamento in un centro massaggi orientali. Secondo la polizia, le immigrate cinesi offrivano prestazioni sessuali a pagamento a ogni ora del giorno e della notte, con le lucciole-massaggiatrici che alloggiavano in uno scantinato sotto il locale, in una situazione igienico sanitaria precaria.

E' quanto scoperto dalla squadra mobile della Spezia dopo un'articolata attività d'indagine, che stamane ha posto i sigilli a un locale di viale San Bartolomeo, nella zona del porto.
La presunta maitresse di 48 anni, anche lei cinese, è stata denunciata per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini sono state avviate dalla polizia a seguito dell'esposto di un gruppo di residenti. Il centro massaggi avrebbe offerto rapporti sessuali completi, con prezzi che oscillavano dai 30 ai 120 euro a seconda delle prestazioni sessuali. Stimato un giro d'affari per decine di migliaia di euro al mese.