ARCHIVIO

Centro storico, arrestato senegalese per spaccio

[caption id="attachment_90435" align="alignleft" width="300"] senegalese arrestato dalla polizia[/caption]

GENOVA. 13 GEN. La Polizia di Genova ha arrestato, in Vico del Serriglio, un 23enne senegalese, con precedenti di polizia e irregolare in Italia, sorpreso nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane è stato notato da un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine di Genova, impegnato in un servizio straordinario di controllo del territorio nel centro storico a disposizione del Commissariato Centro, mentre confabulava con due soggetti italiani in un vicolo che affaccia su Via San Luca. Alla vista degli operatori in divisa i tre si sono subito separati e, mentre gli Italiani si sono diretti verso i poliziotti, lo straniero ha iniziato a correre verso Via di Sottoripa.

Il giovane è stato inseguito da due agenti che, prima di bloccarlo, lo hanno visto gettare a terra un involucro, subito recuperato, contenente 4 dosi di cocaina per un peso complessivo di 2,45 grammi. In una tasca del giubbotto è stato, inoltre, rinvenuto un pezzo di sostanza di tipo cannabis, del peso di 2,26 grammi, avvolto in un fazzoletto di carta.

L’arrestato, a carico del quale sono emersi diversi precedenti per spaccio e alias, oltre al divieto di dimora nel comune di Genova e un ordine del Questore a lasciare il territorio dello Stato, è stato altresì segnalato per la violazione della normativa sull’immigrazione.

Dei due Italiani, entrambi genovesi di 29 e 31 anni, il primo ha ammesso di aver preso contatti con il 23enne arrestato per l’acquisto di stupefacente mentre il secondo, contraddicendo quanto visto dagli stessi operatori, ha negato di essersi fermato a confabulare con il pusher e, per questo, è stato a sua volta denunciato per il reato di favoreggiamento personale.