ARCHIVIO

Casarza ancora senz'acqua. Parte indagine

[caption id="attachment_62176" align="alignleft" width="300"] La procura di Genova ha aperto un fascicolo in merito all' emergenza idrica a Casarza Ligure[/caption]
GENOVA. 10 SET. La procura di Genova ha aperto un fascicolo ed ha avviato le indagini in merito all' emergenza idrica che ha coinvolto circa 6000 persone tra Casarza Ligure e alcune località del comune di Sestri Levante, ancora senz'acqua dal 31 agosto.
Il reato avanza dal procuratore aggiunto Vincenzo Calia è quello d' inquinamento, per il momento a carico di ignoti. Non è escluso però che possa anche aggiungersi il reato di avvelenamento delle acque.

Nel pozzo di Case Nuove è stata riscontrata la presenza di un additivo della benzina a causa di un incidente avvenuto in A12 l'11 luglio scorso, quando una autocisterna, urtata da un tir, causò lo sversamento di carburante.

Dal 31 agosto i cittadini vengono riforniti con tre autobotti.