Home Politica Politica Genova

CasaPound affigge striscione al Gaslini per l’arrivo di Mattarella

0
CONDIVIDI
Casapound affigge striscione al Gaslini per l’arrivo di Mattarella

Blitz la notte scorsa a Quarto dei militanti di CasaPound che per l’arrivo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, hanno affisso uno striscione all’entrata dell’ospedale pediatrico Giannina Gaslini con la scritta “Mattarella smemorato: il Gaslini chi lo ha costruito?”.

“CasaPound Italia Genova – hanno spiegato i responsabili di CasaPound – esprime tutta la sua soddisfazione nell’apprendere della visita del presidente della repubblica Sergio Mattarella nella nostra città, e in particolare all’Istituto Giannina Gaslini.

Soddisfazione perché avrà così occasione di riflettere sulla sua recente e manichea affermazione ‘Inaccettabile e sbagliato parlare di meriti del fascismo’ dal momento che l’Istituto che visiterà fu creato dal conte Gerolamo Gaslini, sostenitore del Fascismo, iscritto al Partito Nazionale Fascista dal 1928 e Senatore fascista dal 1939 al 1943 e, in questa posizione, Membro della Commissione dell’economia corporativa e dell’autarchia dal 23 gennaio 1940 al 5 agosto 1943.

Ricordiamo anche che Gaslini nel 1944 fu perseguito dalla Commissione antifascista dell’Alta Corte di Giustizia per le sanzioni contro il Fascismo, con l’imputazione di essere uno dei ‘Senatori ritenuti responsabili di aver mantenuto il fascismo e resa possibile la guerra sia coi loro voti, sia con azioni individuali, tra cui la propaganda esercitata fuori e dentro il Senato’.

Lo Stato Fascista, sia nella persona di Benito Mussolini, che presenzierà nel 1938 all’inaugurazione della modernissima struttura ospedaliera per l’Infanzia, primato italiano – e genovese – all’epoca e tutt’oggi, sia nelle autorità politiche e mediche locali, primo fra tutti il presidente degli Ospedali civili di Genova, professor Mattia Moresco, anch’egli fascista e come tale discriminato dalla ricordata Alta Corte di Giustizia per le Sanzioni contro il Fascismo nel 1944-1945, supportò la costruzione dell’Istituto, finanziata privatamente da Gaslini, e in seguito, anche al suo mantenimento”.

“Prendo atto, con piacere – ha aggiunto l’ex vicepresidente di Regione Liguria e attuale sostenitore di CasaPound Gianni Plinio – dell’apprezzamento del presidente Mattarella per una eccellenza medico pediatrica di fama internazionale quale il Gaslini e per il valore degli operatori e del suo impegno a riservargli la massima attenzione. Non mi risulta che nel suo discorso si sia ricordato chi questo Istituto ha voluto e personalmente inaugurato e cioe’ il Capo del Governo dell’epoca che si chiamava Benito Mussolini. Accidentale amnesia o timore di incorrere nell’apologia di fascismo?”.