ARCHIVIO

Caruggi, gli abitanti vogliono Strade Sicure: domani vertice in prefettura

[caption id="attachment_184345" align="alignleft" width="657"] Una pattuglia mista esercito-polizia, gli abitanti dei caruggi vogliono Strade Sicure[/caption]

GENOVA. 4 LUG. Ostaggio dei delinquenti e vittime degli effetti, sotto gli occhi di tutti, dell'immigrazione selvaggia e del buonismo, molti abitanti dei caruggi vogliono Strade Sicure.

Domani mattina è in programma in largo Eros Lanfranco un vertice fra Doria, prefetto e questore sulla questione della sicurezza, in particolare nel centro storico genovese.

Dopo gli ultimi episodi di violenza, gli abitanti domenica hanno messo in atto un presidio di protesta e molti chiedono l'aumento delle pattuglie miste con i militari, nell'ambito dell'operazione Strade Sicure.

Tuttavia, c'è chi apre le braccia e suggerisce come ulteriore soluzione quella dell'invio del battaglione dei carabinieri e del reparto mobile della polizia.

"Molti residenti - ha spiegato uno dei portavoce dei vari Comitati Claudio Garau - hanno capito che le forze dell'ordine ci sono, ma l'intensificazione dei controlli e l'aumento delle pattuglie può far aumentare la percezione di concreta sicurezza nel centro storico. Stamane abbiamo avuto un proficuo incontro con il commissario Gallo degli uffici di polizia di piazza Matteotti. L' impegno che svolgono sul campo i poliziotti è fuori discussione. Ci rendiamo conto di quanto possa essere duro lavorare in certi contesti. Attendiamo le eventuali soluzioni che usciranno domani dal vertice fra il sindaco, il prefetto ed il questore".