ARCHIVIO

Carige sotto l'euro, Malacalza perde 100 milioni

[caption id="attachment_128385" align="alignleft" width="300"] Il titolo di Banca Carige oggi ha chiuso ancora sotto l'euro: famiglia Malacalza in potenziale perdita di quasi cento milioni di euro[/caption]

GENOVA. 14 GEN. Dopo il lunedì nero del titolo Carige, che ha fatto registrare un calo del 13%, la quotazione in Borsa oggi si è assestata sotto l'euro con una chiusura in rialzo a 0.985. Il titolo, però, ha toccato anche il minino di 0.915.

La variazione al ribasso a un mese è di meno 19, 98%. La performance negativa a un anno è di meno 47,86%.

Sugli scambi record dei giorni scorsi la Banca ha parlato di speculazioni, ma se c'è qualcuno che vende, altri comprano e a Genova si sta monitorando l'altalena del titolo con grande attenzione e preoccupazione. Soprattutto della famiglia Malacalza, che, avendo comprato a circa 1.6 euro ad azione ed investito intorno a 240 milioni di euro, al momento registra una perdita potenziale nel portafoglio tra i novanta e cento milioni di euro. Malacalza detiene il 17.58% del pacchetto azionario di Carige, l'altro imprenditore ligure, Gabriele Volpi, il 5%.

La scommessa era di partecipare anche al valzer delle popolari, ma sembrerebbe che Carige ne sia rimasta fuori. Il premier Renzi l'altro giorno ha escluso che il governo intervenga su Mps e Carige, come ha fatto nelle scorse settimane sulle quattro banche salvate dal fallimento. Fabrizio Graffione