ARCHIVIO

Carenza di sangue negli ospedali, Viale: andate a donare

GENOVA. 12 GEN. “Rivolgo un ulteriore forte appello per uno sforzo di generosità ai donatori e ai cittadini tutti: chi può vada a donare in questi giorni nelle sedi predisposte. Contiamo sulla generosità dei liguri per poter rientrare in una “normalità operativa” già dalla settimana prossima”.

La vicepresidente e assessora alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale ha reagito così di fronte alla carenza di sangue registrata sul territorio ligure.

“Esiste un’emergenza nazionale, certificata dal Centro Nazionale Sangue, di carenza di oltre 2000 sacche di sangue - spiega Viale - con una richiesta di attivare tutte le misure per favorire la raccolta di questo prezioso componente. A causa dell’influenza, del freddo e delle festività, la generosità dei donatori e delle loro associazioni ha subito, purtroppo, una significativa contrazione, per cui la situazione presenta, ad oggi, una grave carenza di sangue anche in Liguria, in particolare per i gruppi 0 positivo e B negativo e positivo. Per avere un’idea, dall’inizio dell’anno ad oggi abbiamo avuto circa 1580 donatori a fronte di oltre 2000 richieste. Questa situazione è comunque gestita in modo adeguato dalle strutture trasfusionali liguri e questo ha consentito, ad oggi, di limitare le conseguenze al rinvio di 48 ore di un solo intervento all’Ospedale San Martino di Genova e un intervento di cardiochirurgia a Rapallo, riducendo anche il disagio ai pazienti border-line per necessità trasfusionale”.