ARCHIVIO

Caos nei reparti di Pronto soccorso: S. Martino girone infernale

GENOVA. 2 DIC. Caos nei reparti di pronto soccorso a Genova. Secondo i sindacati il primo piano del pronto soccorso del San Martino, dopo i giorni festivi di affollamento, oggi è al collasso, con barelle prese in prestito dalle ambulanze e un sovraffollamento da Terzo mondo. Addirittura, c'erano 14 ambulanze in coda. Ma il caos nei reparti di Pronto soccorso a Genova riguarda anche altri ospedali. Dopo il grande afflusso dei giorni scorsi, con i medici di base in vacanza, stamane il caos regnava nelle corsie anche al Galliera.

Al punto che, intorno a mezzogiorno, a Carignano erano oltre trentacinque le persone in attesa e i pazienti sono stati dirottati al nosocomio del San Martino, dove però la situazione non era affatto migliore perché erano terminate pure le barelle. Tantissimi in attesa per problemi respiratori dovuti ad influenza e polmonite.

La segretaria confederale della Uil Genova e Liguria, Lella Trotta, ha affermato che oggi "il primo piano del pronto soccorso dell'ospedale San Martino sembra un girone infernale nonostante ci siano idonee soluzioni per evitare questo caso" e poi "non affrontare questa emergenza con soluzioni possibili e praticabili diventa una colpevole prassi". Il direttore del reparto di pronto soccorso del San Martino, Paolo Moscatelli, ha ammesso il sovraffollamento della struttura, invitando la cittadinanza a rivolgersi ai medici di base ed alla guardia medica. Solo per i casi urgenti al 118.