Home Cronaca Cronaca Italia

Caos deragliamento treno TO-SV: mancano bus sostituivi, polemiche in corso

0
CONDIVIDI
Solo 4 bus per 600 persone: polemiche per disservizi Trenitalia a Fossano

“Alla stazione di Fossano centinaia di persone accalcate alla ricerca di un posto sul bus. La matematica dice che se un treno carica 600 persone queste non possono stare su 4 bus da 60 posti”.

Trenitalia ha riferito che oggi riapre la Torino-Savona (v. articolo precedente) ma le polemiche sui disservizi non si placano. La denuncia è arrivata anche dall’assessore regionale ai Trasporti del Piemonte, Francesco Balocco, che ieri aveva insistito con Trenitalia per trovare una soluzione ai disagi subìti dai passeggeri.

Molti utenti delle Ferrovie avevano infatti segnalato che venerdì c’erano “solo due pullman” e avevano commentato: “E’ una vergogna” Per tutta la mattinata avevano operato avanti e indietro lungo il percorso coinvolto dal deragliamento del treno regionale veloce 10130 Torino-Savona.

Ieri sera l’assessore Balocco ha aggiunto: “Devo dare atto del grande lavoro fatto in sinergia con Trenitalia per la rimozione del treno sviato (grazie all’impiego di due carri soccorso), per la riattivazione della linea aerea e per rifacimento dei binari danneggiati, grazie anche alla decisione del magistrato di consentire subito l’inizio dei lavori. Dopo i disagi di oggi dovuti l’impossibilità da parte di Trenitalia di reperire un numero superiore di bus sostitutivi, perché non disponibili, per la giornata di domani (oggi, ndr) non dovrebbero registrarsi problemi. Ho chiesto a Trenitalia di monitorare con attenzione la situazione per il rientro dal ponte prevista per martedì e di predisporre, oltre ai treni di rinforzo già previsti dalla programmazione, ulteriori misure straordinarie qualora si rendessero necessarie”.