Home Consumatori

Cani avvelenati, come riconoscere le esche letali

0
CONDIVIDI
Cani avvelenati, come riconoscere le esche letali

Cani avvelenati in Liguria. Incontro a Genova per insegnare a cani e padroni come riconoscere i bocconi avvelenati.

Con il Patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Mignanego, in collaborazione con Centro Veterinario Genovese e il sostegno di Lida Tigullio, sabato e domenica 07/08 marzo 2019, a fronte dell’aumento di morte e ferimenti di cani a causa di esche o bocconi avvelenati e relativa emergenza a Genova, Ivan Schmidt insieme a Virginia Ancona, metteranno a disposizione della regione Liguria, le proprie conoscenze e competenze in materia cinofila, offrendo due giornate totalmente gratuite per insegnare a proprietari e cani le tecniche di indifferenza e rifiuto ad esche e bocconi avvelenati.

Il progetto pilota ha preso il via nel novembre 2019; constatata la persistenza dell’emergenza e visto il grande successo ottenuto a livello di partecipazione nella prima edizione, gli organizzatori hanno deciso per l’evento bis, questa volta in formula fine settimana.

Questo evento è molto importante – in quanto di per sé, non è rappresentativo di garanzia che l’animale non assumerà mai più nulla dal suolo, ma offre la possibilità di apprendere le tecniche per migliorarne l’indifferenza e il rifiuto. L’esperienza e le testimonianze ci insegnano che già a partire dalla seconda/terza seduta di lavoro, l’indifferenza si situa al 75%, un risultato per nulla scontato.

È di alcuni giorni fa, la telefonata di un partecipante che ci testimoniava che grazie alle tecniche apprese ha potuto evitare che il suo cane ingerisse un boccone avvelenato, salvando così il suo animale.

Virginia Ancona e Ivan Schmidt sono Istruttori Cinofili ed esperti di rieducazione comportamentale riconosciuti a livello internazionale. Ivan Schmidt Dog Trainer Professional è Certificato DTP – Bureau Veritas (Cepas), Docente accr. ENCI, già Docente di Biologia Forense applicata ai cani da Mantrailing presso Università di Udine, Docente alla Bocalan di Madrid nonché Vincitore del Premio Internazionale del Cane (Bontà) nel 2018.