ARCHIVIO

Campasso, 35enne genovese ucciso a coltellate da fidanzata sudamericana

GENOVA. 22 GIU.  Presunto omicidio al Campasso. Un 35enne genovese disoccupato, Alessio Rossi, oggi pomeriggio è stato ucciso a coltellate dalla fidanzata sudamericana dopo un violento alterco. Una furia.

E' successo intorno alle 16,30 in via Antonio Pellegrini 11, nella zona del Campasso a Sampierdarena.

L'uomo ha tentato di difendersi e di fuggire per le scale, ma non ce l'ha fatta. Si è accasciato al suolo ed è morto in un lago di sangue.

La donna, dopo essersi barricata in casa ed aver minacciato il suicidio, è stata arrestata dalla polizia.

Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti, della squadra mobile, vigili del fuoco e sanitari del 118.

Secondo quanto appreso, la vittima risultava residente in via Bizet a Begato, ma da mesi viveva con la compagna al Campasso. La presunta assassina avrebbe detto ai poliziotti di avere ucciso a coltellate il fidanzato per difendersi perché la picchiava "tutte le volte che poteva".