Home Spettacolo Spettacolo Genova

Camogli: alla Sagra del Pesce oltre 100mila partecipanti | Video

0
CONDIVIDI
Il padellone sono stati fritti circa 30 quintali di pesce azzurro in 3mila litri di olio.

La tradizionale Sagra del Pesci di Camogli, è iniziata alle ore 9.15 con la benedizione della padella, impartita da Giuseppe Bernardini, arciprete di Camogli. Dopo la cerimonia religiosa c’è stata la premiazione del Premio Camogli a Serena Bertolucci e Vittorio Bertocci da parte delle autorità del comune e della Pro loco.

Si è poi passato alla premiazione del concorso “Un Manifesto Per la Sagra del Pesce” che quest’anno è stato vinto da Beatrice Filograna, architetto di Genova, aggiudicandosi un premio di 500 euro dalla Pro Loco. La seconda opera classificata è di Siltettovia Gennarelli, di Recco; la terza di Enrico Massone di Camogli. Gli autori delle opere hanno anche ricevuto una Targa ricordo da parte del Comune di Camogli.

Ad aggiudicarsi invece il “Premio del Pubblico” è stata Valentina Mazza. La conduzione della premiazione è stata affidata alal giornalista Rossella Galeotti, che con garbo e professionalità ha introdotto i premiati illustrandone le opere e i meriti. dei premiati. Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito, alle 10.40 è iniziata la distribuzione del pesce.

Nel padellone sono stati fritti circa 30 quintali di pesce azzurro in oltre 3.000 litri di olio. Migliaia di ospiti provenienti da tutta Italia si sono messi ordinatamente in fila per accaparrarsi le ambite vaschette, ecologiche e biodegradabili, colme di pesce fritto e croccante, offerto dalla Cooperativa Pescatori di Camogli e da Martini & C. Il fritto è stato distribuito in più riprese grazie anche all’impegno dei molti volontari presenti.

Dalle prime valutazioni si può dire che sono più di 100mila le persone intervenute nei giorni della manifestazione gastronomica: i proventi della 67 ª Sagra del pesce quest’anno sono stati devoluti alla Cooperativa Pescatori di Camogli, per il rifacimento della tonnara andata totalmente distrutta.

Da qualche anno, infatti, si destina ad un progetto il ricavato del modesto contributo, di 6 euro, da parte di chi desidera aggiudicarsi la vaschetta di pesce fritto ed il piattino ricordo in ceramica, che riproduce la grafica del manifesto dell’edizione.ABov