ARCHIVIO

Caccia senza controllo: abbattuto gheppio nel savonese

SAVONA. 3 OTT. Un gheppio, uccello rapace protetto dalla legge, è stato abbattuto oggi da una fucilata nei boschi ai confini tra Liguria e Piemonte, dopo Montezemolo verso San Giovanni Belbo.

Lo ha raccolto ormai morente Silvia, volontaria della Protezione Animali savonese, di passaggio nelle vicinanze.

Nella zona vi erano diversi cacciatori ma nessun agente di vigilanza; come è noto la Regione Liguria ha smantellato la polizia provinciale, riducendo a cinque gli agenti operanti in provincia e con un orario d’ufficio settimanale che, per pastoie burocratiche in corso, non consente “uscite” serali, notturne o al sabato e la domenica.

Impossibile non distinguere il volatile in volo, per il piumaggio colorato e le caratteristiche bande e striature delle penne della coda.

L’uccisione del povero gheppio, una giovane femmina, rimarrà quindi impunita, come decine di altri atti di bracconaggio o violazioni delle pur permissive leggi sulla caccia.