ARCHIVIO

Business immigrati, Rixi: loro al lavoro in Aster, genovesi disoccupati allo stremo e beffati

[caption id="attachment_214945" align="alignleft" width="960"] L'assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi[/caption]

GENOVA. 23 AGO. I nuovi immigrati in un alloggio di 700 m2, ristrutturato e dotato di tutti i comfort nella prestigiosa via Venti Settembre, ma anche al lavoro in una delle società partecipate dal Comune di Genova (Aster).

Anziani e bimbi di famiglie indigenti genovesi nelle periferie degradate e nei caruggi, assediati dalla criminalità, con i nostri disoccupati allo stremo, che non trovano lavoro.

"Il Comune di Genova intruppa i migranti in Aster, il prossimo passo sarà inserirli al lavoro nelle municipalizzate in nome dell'integrazione e alla faccia di migliaia di disoccupati genovesi?".

L'assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi (Lega Nord) dopo che l'altro giorno ha attaccato Comune e Prefettura sulla scelta "sciagurata" dei migranti in via Venti Settembre, oggi ha bacchettato la sinistra di Renzi sul business immigrati e la giunta Doria sulla beffa ai tanti precari e disoccupati liguri che dagli amministratori pubblici si aspetterebbero concrete soluzioni.

"Mentre Genova viene invasa, come sta accadendo ovunque, la giunta Doria cerca di indorare la pillola - ha aggiunto Rixi - e l'assessore alle Manutenzioni Gianni Crivello lancia spot sull'iniziativa di piazzale Kennedy. Usa proprio parole da televendita come "Amici migranti" e li definisce "risorse", termine tanto amato da questa sinistra che ci prende per i fondelli. Certo, risorse. Risorse per le Coop che intascano un sacco di soldi, ma che per curare i giardinetti sembra facciano un favore alla comunità. Le uniche risorse che vedo sono quelle buttate al vento per gestire questa follia anziché creare vere opportunità di crescita".