ARCHIVIO

Bracco incontra Comitati caruggi, Doria non risponde nemmeno

GENOVA. 25 SET. Il questore Bracco riceve i Comitati dei caruggi. Il sindaco di Genova non ci pensa nemmeno. Ieri in via Diaz si è svolto un incontro con il nuovo numero uno genovese, Sergio Bracco, e alcuni delegati del Comitato spontaneo di Sarzano.

"In qualità di portavoce del Comitato - spiega Claudio Garau - ho esposto il punto di vista dei residenti e commercianti in merito alla zona e alla movida del fine settimana. Il Questore, ci ha confermato il suo interesse nei confronti della zona e la seria volontà di raggiungere dei risultati. Questo richiederà tempo e lavoro. Tuttavia, è stato un incontro molto costruttivo che ci rende ottimisti per il futuro. Però, se la politica comunale non aiuta le forze dell'ordine non si andrà da nessuna parte. La regolamentazione della movida fa acqua da tutte le parti, colpisce i ristoratori e lascia liberi di scorrazzare per i caruggi vere bande di sciagurati che urlano fino alle 5 del mattino con annessi atti di vandalismo. Che i politici di Tursi escano da palazzo per rendersi conto di quello che accade".

Il rappresentante del Comitato di Sarzano, inoltre, ha annunciato che "domani mattina alle 12, assieme all'avvocato Giuseppe Maria Gallo, andrà a San Martino dal reparto Igiene pubblica. Dopo L' esposto alla procura, ora chiederemo un sopralluogo ai giardini Baltimora che in settimana sono stati anche oggetto di una interrogazione comunale, dove puntualmente si è consumato il solito rimbalzo di responsabilità. Noi andremo avanti fino in fondo. Una battaglia che dura da tempo, ma non molleremo la presa. I residenti lo chiedono.
A oggi nessun componente della giunta comunale oppure il sindaco (primo responsabile della salute e della sicurezza) ci ha risposto. Siamo abbandonati a noi stessi. Vergogna".