ARCHIVIO

False allarme bomba a stazione di Bologna, preso genovese

[caption id="attachment_62289" align="alignleft" width="360"] La polizia ha individuato il maniaco genovese che lanciava falsi allarmi: ieri sera aveva telefonato al 115 dicendo che c'era una bomba alla stazione di Bologna[/caption]

GENOVA. 15 FEB. Non è la prima volta che lancia falsi allarmi e mette in subbuglio la popolazione e le forze dell'ordine. Oggi un genovese è stato individuato come l'autore di una telefonata che ieri sera ha provocato un allarme bomba alla stazione di Bologna. Si tratta di un 24enne che ha una fidanzata a Bologna e non è nuovo a condotte del genere. Il giovane è stato rintracciato dalla Polfer e denunciato per procurato allarme.

Nella chiamata al 115 dei vigili del Fuoco aveva detto: "Faremo saltare in aria la stazione di Bologna". La polizia è riuscita a tracciare il percorso via etere della telefonata, partita dall'utenza di una donna residente a Genova. Gli accertamenti della Questura del capoluogo ligure hanno svelato che ad utilizzare quel numero era in realtà un nipote dell'intestataria.

Il giovane non ha spiegato il motivo del suo gesto.