ARCHIVIO

Boccadasse: torso e piedi nudi. A loro focaccia gratis, a noi multe salate

GENOVA. 15 SET. A torso e piedi nudi in giro per Boccadasse. Una mattina di fine estate come tante in via Cavallotti, a due passi dallo splendido borgo genovese.

Un residente del quartiere di Albaro nei giorni scorsi ha fotografato "uno straniero con un pezzo di focaccia in mano probabilmente ricevuto da un panificio della zona forse per toglierlo di torno ed evitare problemi dovuti alla questua insistente e molesta".

"Ormai sono ovunque e non ne possiamo più - ha aggiunto il nostro lettore - occorre che la polizia municipale intensifichi i controlli.

Inoltre, non mi sembra giusto che se noi camminiamo a torso e piedi nudi per strada in una località turistica-balneare veniamo immediatamente fermati e multati da solerti vigili urbani, mentre loro spesso non vengono quasi mai sanzionati, neanche se molestano i cittadini.

Eppure, a differenza di tanti italiani in difficoltà, molti di loro usufruiscono dei privilegi del cosiddetto sistema di accoglienza che prevede pure la mancetta giornaliera ed il wi-fi gratis".