ARCHIVIO

Berneschi perde le staffe su "testa di pera" Menconi: udienza sospesa

[caption id="attachment_127726" align="alignleft" width="481"] L'ex numero uno di Banca Carige Berneschi preso dalla polizia giudiziaria del Tribunale di Genova[/caption]

GENOVA. 11 MAR. Ferdinando Menconi, ex direttore del ramo assicurativo Carige Vita Nuova, sarebbe stato la "testa di pera" che doveva essere fatta fuori perché se ne approfittava e l'ex numero uno di Banca Carige Giovanni Berneschi non ne poteva più.

La frase, in sintesi, è contenuta nelle intercettazioni fatte ascoltare oggi in aula dal giudice durante il processo della truffa a Carige, ma ha suscitato tensioni e le ire di Berneschi, che ha cominciato a prendersela contro i testi perdendo le staffe. Un fiume in piena, che è apparso ben oltre l'orlo di una crisi di nervi. Al punto che il giudice è stato costretto a sospendere l'udienza per calmare gli animi.

La captazione telefonica fatta ascoltare in aula era tra Berneschi e la nuora Francesca Amisano. Nel processo per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e riciclaggio, oltre a Berneschi, sono imputate a vario titolo altre 7 persone.