ARCHIVIO

Beigua nuovo sito dell'Unesco

[caption id="attachment_169827" align="alignleft" width="299"] Promozione del Parco Beigua, nuovo sito Unesco[/caption]

GENOVA. 19 NOV. Dopo i Palazzi dei Rolli e il centro storico di Genova, Portovenere e le Cinque Terre nello Spezzino, anche il Parco del Beigua, tra Genova e Savona, viene riconosciuto dall’Unesco all’interno della lista dei geoparchi globali. Salgono a tre i siti formalmente riconosciuti  dall’ Unesco in Liguria, dove si fanno passo avanti per la cultura dell'ambiente. L’importante riconoscimento è stato conferito nei giorni scorsi a Parigi, in occasione della Conferenza generale che ha approvato la creazione di una nuova categoria di siti Unesco: i Geoparchi mondiali. Una lista che comprende 120 geoparchi a livello internazionale, distribuiti in 36 Paesi del mondo, di cui 69 inEuropa e 10 in Italia. In questo elenco compare anche il comprensorio del Parco del Beigua, per lo straordinario valore del patrimonio geologico e per gli strumenti di gestione applicati insieme alle amministrazioni locali.

“Si tratta di un riconoscimento molto prestigioso di cui siamo orgogliosi – ha detto oggi l’assessore regionale all’Ambiente  Giacomo Giampedrone – che vuole premiare non solo le caratteristiche ambientali e storico-culturali del sito del Beigua, ma anche le modalità gestionali adottate per valorizzare e promuovere lo sviluppo locale in questo territorio e che costituisce una formidabile opportunità di visibilità e di promozione turistica”.

“Entrare nella lista UNESCO – ha aggiunto Daniele Buschiazzo presidente del Parco – è certamente una straordinaria occasione che viene fornita alle amministrazioni locali, alle imprese e agli operatori economici impegnati nel settore per promuovere e 9incrementare il turismo in una porzione di territorio regionale di grande importanza”.