ARCHIVIO

Beffa centro migranti a Multedo, ora interviene Rixi: mozione contro decisione folle

GENOVA. 28 SET. "Presenteremo una mozione in Comune contro questa decisione folle. Chiederò un incontro urgente col prefetto. Gli abitanti di Multedo non possono e non si meritano di subire le decisioni imposte dalla Prefettura di Genova":

Lo ha dichiarato stamane l'assessore regionale e segretario della Lega Nord Liguria, Edoardo Rixi, che ieri sera ha partecipato all'incontro con i rappresentanti del Comitato di Multedo, contrari all'insediamento beffa dei 50 migranti nell'ex asilo Govone. L'arrivo degli africani è previsto la prossima settimana.

"Non è giusto. Siamo stati presi in giro. Nessuno ci aveva informato - hanno ribadito arrabbiati i residenti - quella strada è senza sbocco e male illuminata. Il sito che è stato scelto non è adatto per un centro di accoglienza immigrati. La gente non lo vuole ed è molto preoccupata".

"Mi avevano chiesto di non dire nulla" aveva confermato l'altro giorno monsignor Giacomo Martino.

Durante l'incontro di ieri sera, cui hanno partecipato anche il presidente del consiglio comunale Alessio Piana, gli assessori leghisti Stefano Garassino, Paolo Fanghella, Paola Bordilli, ed i consiglieri comunali del Carroccio Lorella Fontana, Francesca Corso, Fabio Ariotti, Davide Rossi, Luca Remuzzi, è venuto fuori che la decisione di insediare i 50 migranti nell'edificio di via delle Ripe sarebbe stata assunta in segreto tra i rappresentanti della Curia arcivescovile e della Prefettura.

"Noi - hanno spiegato gli amministratori leghisti ai residenti - siamo dalla vostra parte. Senza se e senza ma".

Intanto, nei negozi e nei punti di aggregazione del quartiere prosegue la raccolta di firme contro business immigrati e centro nell'ex asilo.