ARCHIVIO

Bargagli brucia ancora, carabinieri forestali prendono il piromane: 65enne abitante in zona

GENOVA. 21 LUG. Nella giornata di ieri, 20 luglio, si è verificato un incendio boschivo alle spalle del paese di Bargagli che è tuttora in corso. I Carabinieri Forestali della Stazione di Genova Prato oggi hanno accertato che il fuoco si era sviluppato da un incendio appiccato a residui vegetali e che il responsabile è un 65enne residente in zona.

Il piromane è stato denunciato all'autorità giudiziaria.

Nel mese di luglio in provincia di Genova si sono verificati 13 incendi boschivi di cui ben 8 di natura colposa. Alcuni di questi ultimi di grandi dimensioni, come quello che è attivo ormai da giorni alle spalle di Sambuco di Voltri.

In tutti i casi le fiamme sono state causate da azioni effettuate vicino alla vegetazione ormai secca durante lo “Stato di Grave pericolosità” vigente ormai dal 16 giugno scorso.

Nonostante i divieti imposti dalla legge e le condizioni meteorologiche avverse che dovrebbero dissuadere chiunque a tenere determinate condotte di pericolo, le cause della maggior parte dei recenti roghi boschivi risultano comportamenti negligenti o comunque gravi disattenzioni.

In due casi l’uso di mezzi agricoli ha provocato scintille sfregando contro muri o sassi, nei restanti casi, l’uso improprio del fuoco per bruciare residui vegetali o per scopi ricreativi ha pi fatto sviluppare i roghi.

Finora, sei persone sono state denunciate per incendio boschivo colposo. Su altri eventi colposi le indagini sono ancora in corso.