ARCHIVIO

Banca Carige chiede 1,25 miliardi di euro a Montani, Castelbarco e Apollo

[caption id="attachment_209800" align="alignleft" width="593"] L'ex amministratore delegato di Carige Pier Luigi Montani[/caption]

GENOVA. 14 LUG. Banca Carige, controllata dalla famiglia genovese Malacalza, chiede un risarcimento di un miliardo e 250 milioni di euro all'ex presidente Cesare Castelbarco Albani, all'ex a.d. Pier Luigi Montani e ad alcuni manager del gruppo Apollo.

Dopo la decisione presa dal Cda il 17 giugno scorso di chiedere un risarcimento per la vendita del ramo assicurazioni, oggi è trapelato l'ammontare della cifra, che è una bella botta per i top manager.

La richiesta riguarda 850 milioni di euro per presunti danni in riferimento al periodo compreso tra novembre 2015  e 31 marzo 2016. Inoltre, ci sono 400 milioni di euro relativi alla cessione delle due compagnie assicurative.

Il Cda aveva deliberato di agire in giudizio contro Castelbarco, Montani e "alcuni soggetti del gruppo Apollo per ottenere il risarcimento dei danni conseguenti alla cessione delle partecipazioni di Carige nelle compagnie di assicurazione e ad altri comportamenti successivamente tenuti dai soggetti del suddetto gruppo. La decisione è maturata a seguito di un’approfondita analisi delle cause che, unitamente a quelle di contesto e di sistema, hanno, nel recente passato, negativamente influito sui risultati economici e sulla vita della società. Tale analisi è stata svolta nell’ambito delle attività di ricognizione effettuate dai nuovi amministratori".