ARCHIVIO

Arrestato dalla polizia il secondo rapinatore dei tassisti

GENOVA. 28 GEN. Nella prima mattinata di ieri, la polizia ha arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Genova, per rapina aggravata, un marocchino di 31 anni, irregolare sul Territorio nazionale, senza fissa dimora, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

A carico del 31enne, a seguito delle investigazioni condotte dalla Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, sono stati raccolti gravi elementi di responsabilità in relazione alla commissione di due rapine nei confronti di tassisti, avvenute rispettivamente nella tarda serata del 20 dicembre scorso nel quartiere di Staglieno e nelle prime ore del giorno successivo nel quartiere di Coronata.

Per questi due episodi criminosi, la Squadra Mobile aveva già arrestato il complice del giovane: un altro marocchino di 26 anni con diversi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona.

Nel primo caso i rapinatori erano saliti a bordo di un taxi in piazza De Ferrari e, dopo essersi fatti accompagnare a Staglieno, hanno minacciato il tassista con un coltello da caccia, facendosi consegnare il denaro, per poi darsi alla fuga in direzione Salita sant’Antonino.

Poche ore dopo, la medesima coppia di malviventi è tornata in azione a bordo di un taxi che li aveva condotti da piazza Vittorio Veneto a via Coronata: il 26enne ha estratto nuovamente il coltello e, dopo averlo avvicinato alla gola del tassista, si è fatto consegnare il denaro, prima di dileguarsi insieme al complice.

La minuziosa analisi delle immagini estrapolate dagli impianti di video sorveglianza e in particolare da una telecamera posizionata all’interno del secondo taxi rapinato e lo svolgimento di complesse indagini supportate da attività tecniche, hanno consentito di raccogliere a carico dell’arrestato gravi elementi di responsabilità in relazione alle due rapine aggravate.

L’uomo è stato rintracciato all’alba in un appartamento del ponente cittadino, dove alloggiava insieme ad alcuni connazionali.
Identificato, dopo gli atti di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Genova - Marassi.

https://youtu.be/oFIfUnplnIo