Home Cronaca Cronaca Genova

Arrestati topi d’appartamento albanesi, refurtiva da mezzo milione

0
CONDIVIDI

GENOVA. 3 GEN. La polizia ha arrestato tre topi d’appartamento e ha individuato due depositi dove era custodita refurtiva per circa mezzo milione di euro.

Ieri mattina agenti della Squadra Mobile hanno sottoposto a fermo d’indiziato per iurto in abitazione aggravato, tre albanesi rispettivamente di 33, 30 e 24 anni, due dei quali gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio e tutti irregolari sul territorio.

Un quarto cittadino albanese di 35 anni è stato denunciato per ricettazione e possesso ingiustificato di grimaldelli.


A carico degli arrestati sono stati raccolti gravi elementi di responsabilità in merito a due ingenti furti, avvenuti entrambi nella notte di capodanno in due abitazioni di Castelletto.

Intorno alle le 2:30 del primo gennaio i tre si sono introdotti nel giardino condominiale di un caseggiato e sono riusciti a forzare in rapida successione le porte d’accesso di due abitazioni. Nel primo appartamento i malviventi hanno aperto con un flessibile la cassaforte occultata sotto un quadro della camera da letto asportando preziosi per un valore di oltre duecentomila euro. Nella seconda abitazione sono state forzate tre cassette di sicurezza e un caveau contenente numerosi pezzi di argenteria.

Il lavoro d’indagine compiuto dalla polizia ha permesso d’identificare gli autori dei furti, raccogliendo a loro carico gravi elementi di responsabilità e di individuare i due covi dove era custodita tutta la refurtiva.

Le perquisizioni, protrattesi per tutta la giornata di ieri, hanno infatti consentito il rinvenimento di veri e propri depositi in due abitazioni del ponente genovese, dove veniva raccolta la refurtiva in attesa di essere riciclata sia in Italia che in Albania. All’interno di una di queste sedi è stato rinvenuto anche un flessibile verosimilmente usato per aprire le cassette di sicurezza dei vari appartamenti “visitati” dal gruppo criminale.

All’interno di un’autovettura in uso a un quarto cittadino albanese di 35 anni, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, è stata anche rinvenuta un apparato per fiamma ossidrica con due bombole di gas verosimilmente utilizzato per aprire il caveau di un appartamento. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione e possesso ingiustificato di grimaldelli.

Oltre ai beni sottratti nella notte tra il 31 dicembre ed il primo gennaio, sono state rinvenute ulteriori ingenti quantità di preziosi provenienti da altri furti in abitazione, in relazione ai quali sono in atto gli opportuni approfondimenti investigativi.

Al termine degli atti di rito, i fermati sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Marassi.

1 COMMENTO

    • Caro Guarda, che nn siamo tutti uguali, ti ricordo i primi a esportare la mafia in America sono stati gli italiani, la merda è ovunque, sia da noi anche da voi, usa le parole giuste, ti garantisco che nn tutti sono come sti delinquenti,siamo delle persone X bene!!!e sono fiera di essere albanese!!!

Rispondi