ARCHIVIO

Aon Open Challenger, anche quest’anno molti big

[caption id="attachment_172340" align="alignleft" width="598"] Aon Open Challenger, anche quest’anno molti big[/caption]

GENOVA. 17 AGO. Anche quest’anno alla quattordicesima edizione dell’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina si sono iscritti nell’entry list importanti big del tennis internazionale.

La competizione si svolgerà sui campi di Valletta Cambiaso a Genova dal 4 all’11 settembre 2016, con un montepremi di 125mila dollari.

E sono addirittura 6 i giocatori che fanno parte dei top 100: un record assoluto per il torneo genovese a testimonianza dell’altissimo livello dei partecipanti che raramente trova simili riscontri in altri Challenger mondiali.

I sei top 100 sono Carlos Berlocq, Horacio Zeballos, Dustin Brown, Karen Khachanov, Roberto Carballes Baena e Radu Albot.

Presente anche lo spagnolo Tommy Robredo, già numero 5 al mondo e fino a pochi mesi fa numero trenta nel ranking prima di un infortunio, che può vantare in carriera la vittoria di dodici titoli nel circuito maggiore ATP e a Genova raggiunse la finalissima nel 2012.

Insieme a lui presente anche l’argentino Carlos Berlocq, punta di diamante della nazionale sudamericana in Coppa Davis e numero 71 del ranking mondiale: nel suo palmares la vittoria in due tornei ATP World Tour 250 e ben quattordici Challenger.

L’argentino esaltò il pubblico genovese nel 2009, dalle qualificazioni arrivò alla finalissima, dove perse poi dallo spagnolo Martin.

Iscritto anche l’argentino Horacio Zeballos, numero 72 del mondo: nella sua bacheca personale il successo in un torneo ATP World Tour 250  e dodici titoli nei Challenger. L’anno scorso vinse il torneo di doppio a Genova insieme al connazionale Guillermo Duran.

A Valletta Cambiaso sono in arrivo anche il tedesco Dustin Brown (82esimo del ranking) e lo spagnolo Albert Montanes che avevano iscritto il loro nome nell’albo d’oro del torneo di Genova nel 2013 e 2012. Montanes, già numero 22 del mondo, nella sua carriera ha vinto ben 6 tornei ATP World Tour 250 e altrettanti titoli nei Challenger.

“Siamo davvero orgogliosi di poter avere sei top 100 nell’entry list – spiega Giorgio Tarantola, Direttore del Torneo – con la presenza poi di un campione assoluto come Robredo. Abbiamo a disposizione una wild card e stiamo lavorando per portare a Genova un altro grandissimo tennista”

Complessivamente Robredo, Montanes, Berlocq e Zeballos hanno collezionato ventuno titoli nel circuito maggiore ATP: numeri straordinari, a conferma della qualità del torneo genovese che ogni anno porta sui campi di Valletta Cambiaso campioni assoluti nel panorama tennistico internazionale.

Tra i sei top cento il russo Karen Khachanov, considerato tra gli astri nascenti del tennis mondiale e oggi 94’ del ranking (dopo una crescita straordinaria che nell’ultimo anno e mezzo gli ha permesso di scalare quasi 300 posizioni nella classifica mondiale), lo spagnolo Roberto Carballes Baena (95 al mondo) e il moldavo Radu Albot (numero 97 del ranking).

Attenzione al polacco Jerzy Janowicz, già numero 20 al mondo e tra i top 60 fino allo scorso gennaio, che in carriera aveva raggiunto anche la finale a Parigi nell’ATP Masters 1000.

“Sono felice di annunciare che tre wild cards verranno assegnate dalla Federazione ai migliori giovani italiani che a breve dovranno integrare e talvolta avvicendare i tradizionali azzurri di Coppa Davis. Per il pubblico genovese l'occasione di vederli alla prova con campioni consumati e la speranza di applaudirne qualcuno negli incontri del fine settimana”, spiega Mauro Iguera, Presidente del Comitato Organizzatore del torneo.