ARCHIVIO

Anche la Questura di Imperia aderisce all’iniziativa “… Questo non è amore”

IMPERIA. 15 FEB. Anche la Questura di Imperia ha aderito alla campagna di sensibilizzazione “… Questo non è amore” contro contro il femminicidio ricordando che ogni tre giorni e mezzo avviene in media l’omicidio di una donna in ambito familiare o comunque affettivo, mentre ogni giorno, sempre ai danni di donne, si registrano 23 atti persecutori, 28 maltrattamenti, 16 episodi di percosse, 9 di violenze sessuali.

Oltre alla tutela offerta dalla legge - che va dagli strumenti dell’ammonimento al divieto di avvicinamento, fino agli arresti domiciliari ed alla custodia in carcere per i casi più gravi - la battaglia più importante si combatte sul campo della prevenzione, in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma anche a fare da sentinella per intercettare il prima possibile comportamenti violenti ed intimidatori.

In questa prospettiva si muove l’adozione dall’inizio dell’anno del protocollo E.V.A. (“Esame delle Violenze Agite”) da parte di tutte le Questure d’Italia; procedura che consente al personale di polizia chiamato ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare. Tutto ciò attraverso una procedura che prevede la compilazione di check-list che, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consentono di tracciare situazioni di disagio, con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterata.

Alla problematica della violenza di genere la Questura di Imperia oramai da anni dedica particolare attenzione, promuovendo iniziative volte, da un lato, alla sensibilizzazione della collettività e, dall’altro, a proteggere e tutelare le vittime, incoraggiandole a denunciare eventuali episodi di violenza e fornendo loro la necessaria assistenza. Proseguendo per tal via, per la giornata dell’8 marzo p.v., data in cui si celebrerà la “Festa della Donna”, la Questura imperiese organizzerà un evento sul tema, confermando ancora una volta il proprio impegno. L’obiettivo è, non solo quello di assistere le vittime di violenza ed accertare eventuali fatti “sommersi”, ma anche quello di porre un argine alla problematica, prevenendo futuri episodi.