ARCHIVIO

Analisi gratis al San Martino, Corte Conti chiede 390mila euro

[caption id="attachment_198351" align="alignleft" width="728"] Analisi gratis al San Martino, Corte Conti chiede 390mila euro[/caption]

GENOVA. 5 AGO. La procura della Corte dei Conti della Liguria ha chiesto un risarcimento danni di oltre 390 mila euro a 37 dipendenti del laboratorio di analisi dell'ospedale San Martino di Genova, tra cui il direttore del laboratori, in quanto avrebbero eseguito numerosi esami clinici a parenti e amici senza far pagare il ticket.

I dipendenti avrebbero utilizzato la procedura informatica 'Labin' che permetteva “in modo illecito e del tutto ingiustificato, di bypassare la rendicontazione dell’attività svolta e i relativi costi all'Amministrazione sanitaria”.

Secondo la procura contabile, il danno alle casse della struttura sanitaria sarebbe di oltre 390 mila euro.

I fatti risalgono al 2008-2011, quando i Nas iniziarono un’indagine sulle analisi chimiche e anatomopatologiche in varie strutture pubbliche tra cui il San Martino.

Le indagini, che penalmente non sono ancora concluse, avevano riguardato vari filoni tra cui l'utilizzo del sistema ‘Labin'.