ARCHIVIO

Altare. La moglie lo lascia, lui le brucia casa e locale

[caption id="attachment_171119" align="alignleft" width="300"] Il Follia, il night di Altare dato alle fiamme dal proprietario dopo essersi lasciato con la moglie.[/caption]

SAVONA. 31 AGO. Si hanno ulteriori notizie in merito al Follia, il night di Altare che ha preso fuoco.
A dargli fuoco sarebbe stato il proprietario dopo essersi lasciato con la moglie.

Ma facciamo un passo indietro. Marito e moglie aprono un night, il Follia, ad Altare, poi si separano.
Il marito, un 44 enne, riceve anche una denuncia di stalking dalla ex con la diffida di avvicinamento e il divieto di dimora a Plodio, Carcare e Millesimo.

Lui è adirato e per vendicarsi, ieri notte, da fuoco alla casa di lei a Plodio e al locale che gestisce.

Ad arrestarlo i carabinieri che lo hanno trovato davanti al locale in fiamme e con delle ustioni sul braccio.

Secondo i carabinieri l'uomo avrebbe forzato una porta del locale e lo avrebbe cosparso di benzina; parte della benzina sarebbe finita sul braccio ed avrebbe preso fuoco, ustionandosi.

Così è stato arrestato e condotto al Centro Grandi Ustionati dell' ospedale Villa Scassi di Sampierena per essere medicato, infine è stato tradotto nel carcere di Marassi.

Il rogo ha anche gravemente danneggiato un negozio di arredamenti allestito sopra il locale incendiato.