ARCHIVIO

Alleanza islam e nazifascismo: domani a Roma l'analisi storica di Rosselli con Souad Sbai

GENOVA. 21 SET. In copertina c'è la storica fotografia del Gran Muftì di Gerusalemme che fa il saluto nazista alle truppe islamiche schierate con Adolf Hitler.

Domani il giornalista e storico Alberto Rosselli presenta a Roma il libro “Islam e nazifascismo” Mattioli 1885 editore. L'appuntamento è alle 17,30 nella sala del Centro culturale Averroè. Interviene l'onorevole Soaud Sbai, giornalista e scrittrice di origine marocchina, responsabile Immigrazione, Integrazione e Sicurezza della Lega Nord-Noi con Salvini.

Il merito dell’autore genovese è l’esatta ricostruzione delle idee che mossero i nazisti e gli islamici del Medio Oriente ad un’alleanza finalizzata alla rivolta contro gli anglo-francesi e contro gli immigrati ebrei.

L’analisi storica del libro, ricavata dalle risultanze di fatti e circostanze contenuti in vari archivi nazionali ed internazionali, informa i lettori sull’alleanza, semisconosciuta ed indigesta agli accademici di sinistra.

La puntuale ricostruzione delle ragioni dell’alleanza che si stabilì tra la politica nazista e fascista e l’insorgenza islamica, è il risultato della faticosa consultazione dei documenti emersi dagli archivi tedeschi, italiani, americani, inglesi, francesi, israeliani, serbi, croati ed ex-sovietici e dalla lettura critica della conflittuale biblioteca sull’argomento, ora più che mai attuale. Fabrizio Graffione