ARCHIVIO

All'asilo di Albaro eliminata festa del papà: è inutile

[caption id="attachment_194925" align="alignleft" width="564"] Alla scuola materna comunale San Pietro di Albaro le maestre eliminano la festa del papà: è inutile. L'assessore Boero dice che non ne sa nulla[/caption]

GENOVA. 18 MAR. Festa eliminata. Stop alle tradizioni. Nell'asilo San Pietro di Albaro i bambini non celebrano la festa del papà, che nelle scuole per l'infanzia e alle elementari viene ricordata oggi perché San Giuseppe quest'anno cade di sabato, ossia domani. Le maestre non hanno fatto fare il consueto lavoretto ai bimbi per i loro papà. Quando gli albarini andranno a prendere a scuola o rivedranno a casa i figli, non riceveranno neppure un pensierino, un disegnino, una dedica o una filastrocca.

Tanto è inutile, hanno spiegato alcune maestre della scuola materna comunale, perché ormai c'è un'alta percentuale di coppie separate e in genere si tratta di brutti eventi famigliari da non ricordare. Insomma, l'iniziativa anti papà sarebbe stata assunta per tutelare i bimbi e non fargli rivivere il trauma della separazione dei genitori.

Il caso genovese è quasi unico in Italia. Una roba del genere quest'anno è stata ammessa solo nella Milano Gender di Pisapia, dove in via Toce l'altroieri c'è stata una protesta con striscioni del "gruppo identitario Lealtà e Azione". Alcuni anni fa, inoltre, la festa del papà era stata cancellata ( e poi ripristinata) anche in un asilo di Roma, ma per la particolare situazione di una bimba che aveva due mamme e non doveva essere discriminata.

In Albaro una situazione eventualmente discriminatoria non esiste e l'assessore comunale Pino Boero ha commentato la vicenda con un doriano "non so di che si tratta", anche se l'iniziativa sarebbe stata decisa già dall'anno scorso. I padri separati sono in rivolta. Quelli ancora sposati pure e tante madri si sono dichiarate contrarie a negare il diritto dei bimbi a ricevere l'insegnamento di festeggiare il papà e la mamma.

Chissà se, per par condicio, al San Pietro elimineranno pure la festa della mamma.